Templates by BIGtheme NET

I Princìpi del Taekwon-Do

Cortesia
(Ye Uil)

Lo studente deve cercare di mettere in pratica i seguenti elementi di cortesia per costruire un carattere nobile.

  • Promuovere lo spirito di concessioni reciproche.
  • Vergognarsi dei suoi  vizi, rifiutando  quelli degli altri.
  • Comportarsi educatamente.
  • Incoraggiare il senso di giustizia e umanità.
  • Riconoscere l’istruttore dallo studente, l’anziano dal giovane.
  • Rispettare i beni altrui.
  • Agire con giustizia e con sincerità.

Integrità
(Yom Chi)

Bisogna distinguere il corretto dallo sbagliato e avere la consapevolezza, quando qualcosa è sbagliata, di sentirsi colpevoli. Di seguito sono riportati alcuni modi di mancanza di integrità.

  • Il maestro che disprezza se stesso e l’arte, insegnando tecniche sbagliate ai suoi allievi per una mancanza di conoscenza o di volontà.
  • L’istruttore che nasconde le sue tecniche sbagliate, con il lusso della palestra e falsi apprezzamenti ai suoi allievi.
  • Lo studente che ottiene un grado solo con scopo egocentrico e per sentirsi più potente.
  • L’istruttore che insegna e promuove l’arte solo ai fini materiali.
  • L’istruttore o lo studente le cui azioni sono diverse dalle sue azioni.
  • Lo studente che si vergogna di chiedere aiuto ai suoi minori in grado .

Perseveranza
(In Nae)

Un antico detto dice: ” la pazienza porta alla virtù e al merito “. Per raggiungere un obiettivo come può essere un’alta graduazione o il perfezionamento tecnico, bisogna perseverare costantemente. Uno dei più importanti segreti per convertirsi in leader del Taekwon-Do è sovrapporsi a ogni difficoltà con perseveranza. Confucio disse: ” chi è impaziente nelle piccole cose, sbaglierà nei suoi scopi in situazioni di grande importanza “.

Autocontrollo
(Guk Gi)

Questo principio è molto importante sia dentro che fuori il Dojang. La perdita del controllo durante un combattimento può provocare un disastro. Seguendo Lao Tzu ” la persona più forte è quella che vince su se stesso più che sugli altri “.

Spirito Indomito
(Baekjul Boolgool)

” Qui giacciono i 300, che compirono il loro dovere ” . Una semplice frase per uno dei più grandi atti di coraggio conosciuti dall’umanità. Di fronte alle ingenti forze militari di Serse, Leonida e i suoi 300 spartani  nella battaglia delle Termopoli, dimostrarono al mondo il significato dello spirito indomito. Si manifesta quando una persona affronta un grosso problema utilizzando il suo coraggio e senza rinunciare ai suoi principi. Uno studente di Taekwon-Do deve essere sempre modesto e onesto. Confucio disse: ” non protestare davanti alle ingiustizie è atto di codardia “. Come la storia ha dimostrato , chi persegue i sogni, onestamente e vigorosamente con spirito indomito, non sbaglierà mai nel raggiungimento dei suoi obiettivi.

2004-2016© ITF Taekwon-DO Italia, Tutti i diritti riservati. Deign by INGENIA